marzo 17, 2010

Quando è l'arbitro che gioca sporco

A proposito del golpistico tentativo, in parte riuscito, di non dare la possibilità a dei cittadini di votare per chi desiderano, leggiamo un pochino qui cosa recita l'articolo 338 del codice penale:

«Chiunque usa violenza o minaccia a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario o a una rappresentanza di esso, o a una qualsiasi pubblica Autorità costituita in collegio, per impedirne in tutto o in parte, anche temporaneamente o per turbarne comunque l’attività, è punito con la reclusione da uno a sette anni. Alla stessa pena soggiace chi commette il fatto per influire sulle deliberazioni collegiali di imprese che esercitano servizi pubblici o di pubblica necessità, qualora tali deliberazioni abbiano per oggetto l’organizzazione o l’esecuzione dei servizi»


A voi cosa viene in mente? Per non parlare della tanto citata, a sproposito, Costituzione. I golpe si fanno anche senza bisogno di sparare un colpo...

Nessun commento: