marzo 13, 2010

Libertà di essere imbecilli

Oggi la sinistra sarà in piazza per riempirla di nulla, di vuoto assoluto. Ovviamente sono liberissimi di farlo, ed ancora una volta metteranno in scena la solita farsetta della difesa della libertà. Quale libertà? Una strana libertà: quella di essere i candidati unici alle elezioni, ad esempio, oppure quella di eliminare fisicamente un premier democraticamente eletto dalla maggior parte degli elettori.
Per fortuna che ci sono loro a difendere il popolo imbecille che non capendo nulla ed essendo lobotomizzato, ha votato per Berlusconi.
Lo spettacolo sarà ancora una volta così grottesco e surreale, che non si sa bene se ridere o piangere. Povera Italia.

2 commenti:

Simmaco ha detto...

Si in effetti è abbastanza triste questa cosa... Pretendere di essere praticamente l'unico candidato importante e poi scendere pure in piazza a dire che questa è liberà... ma si sa... la sinistra ha questa concezione della libertà...cino-sovietica.

Comunisti erano, comunisti sono, comunisti saranno. Al di là delle loro sigle che cambiano di continuo (PCI=DS=PD etc)

Simmaco
http://fragmenta.weebly.com/

Nice 'n' Nasty ha detto...

Ma dai... ma che dici?
Sono i paladini della democrazia e della libertà! Anzi, sono quelli che danno la patente di democrazia. Si vede che anche tu non hai fatto gli esami di democrazia ne a Mosca e neppure con il professor di pietro!
;-)