marzo 30, 2010

Coadiuvante


Prosegue il "trip" allucinato di Bersani, in arte Pier Luigi. Nel suo bilancio elettorale chiosa:
"Il risultato elettorale? Non e' una vittoria ma neanche una sconfitta." Effettivamente dipende molto dalla quantita' di vasellina utilizzata...

Dare i numeri

OK. I risultati delle regionali sono ormai chiari. La sinistra governava 11 regioni su 13; dopo queste amministrative, ne governera' 7. Per la matematica, questo fa una perdita di quattro regioni; ovvero una disfatta!
I pagliaccetti dei vari partiti e partitelli di sinistra, nonostante l'evidenza dei fatti, dichiarano di avere vinto, di avere "invertito la tendenza", e altre coglionate simili. Qui sorgono dei dubbi circa la causa delle loro dichiarazioni:
  • livello alcolemico elevato?
  • colpo di sole?
  • malattia mentale?
  • strane sostanze?
  • convinzione di parlare ad un popolo di dementi?
  • influenza da parte di alieni provenienti dal pianeta rosso?
  • lettura di un copione per uno spettacolo circense?
mistero... per fortuna che personaggi ti tale risma non sono al governo!

NOTA COMICA AGGIUNTIVA: leggo adesso (ore 1.34 am ora italiana) sulla Home Page del sito di Repubblica:" Partiti: il Pd tiene, il Pdl perde il 6% rispetto alle europee". Il quotidiano si conferma una nullita' giornalistica e una fabbrica di coglionate: come fanno a dire che il PD tiene? E che il Pdl perde rispetto alle europee, quando allora votava tutta Italia ed ora SOLO 13 regioni su 20? Anche loro mi sa tanto che hanno stappato troppe bottiglie (e con troppo anticipo!)

marzo 27, 2010

Quel leghista di Platone

Anche se la rete e' piena di citazioni rubacchiate dai grandi e piccoli padri del pensiero umano, ogni tanto conviene rileggere con attenzione le loro parole:

"quando il cittadino accetta che chiunque gli capiti in casa, da qualunque parte venga, possa acquisirvi gli stessi diritti di chi l’ha costruita e c’è nato; quando i capi tollerano tutto questo per guadagnare voti e consensi in nome di una libertà che divora e corrompe ogni regola ed ordine.... Così muore la democrazia: per abuso di se stessa e, prima che nel sangue, nel ridicolo

E' una perfetta descrizione di cio' che sta avvenendo oggi. Quel fascistone leghista, un po' buzzurro e ignorante e persino un pochino razzista di Platone lo scriveva circa 2400 anni fa ne "La Repubblica"*. Certamente chi e' in malafede, trovera' una sua giustificazione nella propria testolina sciroccata, per passare oltre e negare l'evidenza.

*p.s.: precisazione ad uso e consumo di eventuali sinistrati mentali e (il) letterati "alla di pietro", il riferimento e' ai Dialoghi di Platone, non alla quotidiana carta igienica diretta da Ezio Mauro

marzo 26, 2010

Non esistono politici cattivi, ma politici indisposti. Falqui, basta la parola.

"Dai Pierluigi, smettila di spingere" - "Non riescoooo"

C'e' una svolta nella politica di Bersani; lo afferma lui stesso nel suo show davanti ai cancelli di Mirafiori. "Sento un’inversione di tendenza, una spinta".
Caro Pier Luigi, lo sai che con i lassativi non si scherza. Ti conviene correre verso lidi che piu' si addicono alla tua condizione di "spinta". E poi, concentrati meno su certe idee, altrimenti aumenti la tua tendenza a spingere.

marzo 22, 2010

Tempi difficili

Mentre lì nella repubblica delle banane, prosegue la farsa politica in salsa togata, da questa parte dell'oceano Obama può festeggiare il regalo fatto alla mafia farmaceutica ed al sistema sanitario in genere. 930 Miliardi di dollari in dieci anni, peseranno sulle spalle degli americani. Bel passo avanti...

marzo 17, 2010

Quando è l'arbitro che gioca sporco

A proposito del golpistico tentativo, in parte riuscito, di non dare la possibilità a dei cittadini di votare per chi desiderano, leggiamo un pochino qui cosa recita l'articolo 338 del codice penale:

«Chiunque usa violenza o minaccia a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario o a una rappresentanza di esso, o a una qualsiasi pubblica Autorità costituita in collegio, per impedirne in tutto o in parte, anche temporaneamente o per turbarne comunque l’attività, è punito con la reclusione da uno a sette anni. Alla stessa pena soggiace chi commette il fatto per influire sulle deliberazioni collegiali di imprese che esercitano servizi pubblici o di pubblica necessità, qualora tali deliberazioni abbiano per oggetto l’organizzazione o l’esecuzione dei servizi»


A voi cosa viene in mente? Per non parlare della tanto citata, a sproposito, Costituzione. I golpe si fanno anche senza bisogno di sparare un colpo...

marzo 16, 2010

Utilizzatore di sfinteri maschili

Siamo al ridicolo. Adesso nella repubblica delle banane, è perfino reato dire che un gay è gay. Come bisognerà dire? Forse "persona con orientamento sessuale diverso dalla maggior parte delle persone dello stesso sesso", o magari utilizzatore di sfinteri maschili? Ipocrita. Ipocrita e ridicolo. Queste sentenze, oltre ad essere ridicole, gettano un'ulterire luce di poca credibilità sulla magistratura. Siamo alla farsa pura. Non basta masturbarsi la lingua con cazzate del tipo operatore ecologico, persona diversamente abile, o non vedente. Ipocriti. Ipocriti e pure deficienti.

N.B.: deficiente dal latino deficere, al quale manca qualche cosa. Meglio specificare, data la padronanza della lingua italiana anche e sopratutto in certi ambienti...
Corsivo

marzo 13, 2010

Libertà di essere imbecilli

Oggi la sinistra sarà in piazza per riempirla di nulla, di vuoto assoluto. Ovviamente sono liberissimi di farlo, ed ancora una volta metteranno in scena la solita farsetta della difesa della libertà. Quale libertà? Una strana libertà: quella di essere i candidati unici alle elezioni, ad esempio, oppure quella di eliminare fisicamente un premier democraticamente eletto dalla maggior parte degli elettori.
Per fortuna che ci sono loro a difendere il popolo imbecille che non capendo nulla ed essendo lobotomizzato, ha votato per Berlusconi.
Lo spettacolo sarà ancora una volta così grottesco e surreale, che non si sa bene se ridere o piangere. Povera Italia.

marzo 06, 2010

Raffinati pensatori


Questo qui dà i numeri. Ma chi si crede di essere? Ormai di pietro è l'ombra di se stesso. Crede solo lui in quello che dice; impeachment? Ma sa cos'è, oppure ha imparato l'inglese per corrispondenza? A giudicare dalle castronerie scritte nella lingua di Shakespeare nel suo ormai famoso annuncio a pagamento sulla stampa inglese, non si sa se parla meglio l'inglese o l'italiacano.
Prenditi una vacanza tonino, pensa a rilassarti e prima di parlare conta fino a 10, vah...

Esistono gli Elfi? In Italia si!

Non sarebbe necessario, ma tanto per chiarire, a conferma di quanto detto nel post precedente, riporto un piccolo esempio di doppiopesismo usato con i sinistrorsi del PD e con il centrodestra:

Per il Pdl, l'abbreviazione del luogo dove è avvenuta l'autentica delle firme Mariano C.se, cioè Mariano Comense, è da bocciare; quindi la firma NON è valida;

Per il PD, l'abbreviazione del luogo di autentica C.M, cioè Cassano Magnago, E' valida

E c'è chi crede ancora nella magistratura imparziale ed apolitica? Parte di questa sarà anche così, certo è che si stenta a trovarla sulle pagine dei giornali.
E' un po' come credere ai draghi, alle fate e a di pietro; ognuno crede in ciò che vuole: il genere fantasy però dovrebbe rimanere separato dalla realtà, altrimenti ci si avvicina pericolosamente alla patologia.

marzo 04, 2010

Porcate democratiche

Quello che sta succedendo in Italia in questi giorni a proposito della golpista eliminazione di intere liste elettorali (ovviamente di una sola parte), ha dell'incredibile. In nessun paese democratico al mondo sarebbe possibile. Le chiacchiere ormai non servono a nulla. Roba da colpo di stato in salsa togata.
Provo letteralmente ribrezzo per queste istituzioni che ormai di democratico non hanno più nulla.
Se la maggior parte degli italiani, di qualunque parte politica, non si rivoltano a tutto ciò con un sussulto di orgoglio, dimostrano solo di essere un popolo di senzapalle che si meritano il guano nel quale il paese sta affondando. Se lo meritano!