gennaio 05, 2010

La storia si scrive così


Hussein Barack Obama ne ha combinata un'altra delle sue. Ricapitoliamo le ultime imprese del premio Nobel per la pace un po' guerrafondaio:
  1. si presenta a Copenhagen con mogliettina al seguito per sponsorizzare la candidatura di Chicago per le olimpiadi del 2016. Mai visto nulla del genere. Forse Obama non aveva nulla di meglio da fare? Risultato: sponsorizzazione (pagata dal contribuente americano) fallita, le olimpiadi del 2016 si terranno in Brasile;
  2. va a passare le vacanze alle Hawaii (Camp David non era abbastanza cool, perchè risparmiare in tempo di crisi mondiale? Tanto paga sempre il contribuente, crisi economica o meno); l'America subisce un altro attacco terroristico (ok, fallito, per fortuna), ma Hussein rimane bello paciarotto alle Hawaii. Interrompere le vacanze? Non sia mai! Parleranno i portavoce al suo posto, lui è indaffarato a bere il suo Mai Tai sotto una palma ascoltando musica luau, godendosi il profumino del roast pig che cuoce; very cool!
  3. finalmente, tornato dalle vacanze decide di occuparsi di cose veramente importanti: nomina un transessuale, Amanda Simpson, Consigliere Capo del Ministero del Commercio USA. Ottima mossa; nessun altro cittadino americano sarebbe stato in grado di ricoprire quella carica? Certo che no, ma vuoi mettere che cosa cool che ha fatto il Presidente?
Visto che sembra intenzionato a silurare il Segretario del Department of Homeland Security Janet Napolitano, mi permetto di suggerire al Presidente la sostituzione dell'inetta Janet con, ad esempio, un Nativo americano tossicodipendente. Sai che cool che sarebbe?

Nessun commento: