gennaio 21, 2010

E' passato un anno...


Ieri Obama ha festeggiato il primo anno da Presidente degli Stati Uniti. Rinnovo gli auguri al Presidente e ne approfitto per ricordare alcuni fatterelli che hanno caratterizzato la politica estera del Nobel per la pace Obama; intendiamoci, trovo questi comportamenti sensati ed opportuni, ma magari non proprio da Nobel per la pace. Vediamo un po':

-- ogni giorno bombarda il Pakistan
-- ha esteso la guerra allo Yemen e alla Somalia
-- ha triplicato le truppe americane in Afghanistan
-- ci sono ancora 120 mila soldati americani in Iraq; nessun ritiro di truppe
-- Guantanamo è ancora aperto e funzionante
-- ha liquidato il pacifismo alla Gandhi e Martin Luther King elogiando l'utilizzo della guerra
-- il bilancio militare del Pentagono, a parte le guerre in corso, è maggiore di quello voluto da Bush

non male per il paladino della Pace del mondo democratico e riformista della sinistra europea ed italiana in particolare, very cool.
In politica interna le cose non vanno poi per nulla bene. Disoccupazione alle stelle, debito pubblico enorme, popolarità a picco e tre stati passati ai repubblicani, tra i quali spicca l'ex feudo democratico del Massachusetts. Con 41 senatori, ora l'opposizione repubblicana sarà un grosso ostacolo sull'agenda della Casa Bianca.
Auguri Presidente.

1 commento:

msdfli ha detto...

tutto da sottoscrivere.

il Papa Nero e' un bluff.