ottobre 17, 2009

Giornalisti ignoranti e relative cazzate

In questo paese, per scrivere su un quotidiano (non saltuariamente), si deve essere giornalisti iscritti all'ordine dei giornalisti; alla faccia della tanto declamata libertà di espressione sancita dalla costituzione. L'ordine dei giornalisti, esiste solamente in Italia.
Per essere giornalisti professionisti, e quindi essere iscritti all'ordine, bisogna essere laureati, si deve aver fatto un periodo di praticantato e bisogna avere superato l'esame di stato.
Nonostante tutta questa trafila, purtroppo, la professione del giornalista vanta un numero di ignoranti molto elevata. Gli errori di grammatica sono continui; i congiuntivi ormai sconosciuti, le notizie, quando non sono inventate, sono approssimative.
Per fare un vero giornalista, purtroppo, non bastano le lauree, gli esami di stato e neppure i praticantati; ma quando il "professionista" aggiunge all'ignoranza l'ipocrisia, ed il lecchinaggio politico, l'effetto è comico.
L'ultima cretinata la leggiamo su un ex grande quotidiano, il Corriere della Sera, ad opera del suo vicedirettore Daniele Manca: Internet, secondo lui, sarebbe nata da un intuizione di Al Gore.
Non vale neppure la pena spiegare al vicedirettore Manca, che Internet è nata per esigenze militari e non per un'idea di quel pallone gonfiato di Al Gore: tempo ed energia sprecata.
Il dubbio comunque rimane: la cazzata, è dettata dall'ignoranza, o dall'abitudine strisciante di incensare uno degli idoli d'oltreoceano (chissà perche poi) dell'italica sinistra come Al Gore?
Cosa ci toccherà leggere nei prossimi giorni, che Obama ha inventato la gnocca?
Mi torna in mente un aforisma del grande Leo Longanesi: In Italia non è la libertà che manca, mancano gli uomini liberi.

Nessun commento: