luglio 09, 2009

Questo non merita neppure un VAFFANCULO!


Di Pietro ha comprato una pagina sull'International Herald Tribune, con un suo delirante appello alla "comunità internazionale" (che cazzo sarà mai?) circa la democrazia in pericolo in Italia. Il personaggio da barzelletta (triste) ed il suo atto rivoltante, non li commento neppure, non ne vale la pena. Di Pietro e questo suo delirio semplicemente mi fanno vomitare. Questo è davvero un atto rivoltante, provo pena e ribrezzo per il personaggio. Di Pietro, vergognati! Fai letteralmente SCHIFO!

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Intentontalmente vorresse io che la sua signoria vostra eviterebbe di fare dei diciamo puré cosi, dei commentuoli a dir poco encandescenti sulla mia stigmata personcina. Essendo avuto un passato a dir poco lucido che é tutto dire m'involgo nel buon senso delle paratoie costruttive di rendere omaggio a chi coloro che hanno esufruito dei miei servigi di servo dello statto d'italia di parte itagliana. con la speranza che tutto ció di qui in sopra occitato me ne scuso vontieri di poterne fare a meno.
Distintoni saluti e ossecui
Antonio di Pietro

Nice 'n' Nasty ha detto...

Caro Anonimo, devi impegnarti di più: il commento è troppo colto ed erudito per sembrare uno dei soliti discorsi di Tonino. La grammatica non è abbastanza massacrata, ed il senso del discorso è ancora comprensibile.

Orpheus ha detto...

Se pensi che con l'appello ha toccato il fondo...che ne dici delle scuse di Di Pietro al Guardian a nome dell'Italia, perché si é risentito per essere stato apostrofato "piccolo giornale" da Frattini e Berlusconi e fra l'altro ha scritto
"Volete vedere accelerati i tempi della scivolata? La cosa migliore da augurarsi è un'altra scossa di terremoto durante il G8. Ce n'è stata una incoraggiante l'altra mattina".
I giornalisti del Guardian scherzano sui nostri morti (e augurano altre scosse di terremoto al popolo aquilano) e Di Pietro si scusa a nome dell'Italia...
Vomitare non basta più...
ciao mary

Nice 'n' Nasty ha detto...

Hai ragione. Non c'è limite all'indecenza.

Anonimo ha detto...

Poveraccio DI Pietro, costretto a spendere soldi (non suoi) per far capire che l'Italia è a rischio. E poi a chi lo ha fatto capire ? Agli inglesi !!! Che se ne strafottono di tutto quello che non è inglese. Povero scemo montenerobisacciano costretto a valicare le sue montagnole per difendere un popolo di beoni che non hanno capito un cazzo della democrazia e che nelle ultime tornate elettorali hanno votato ancora una volta il PDL.

Jetset - Libere Risonanze ha detto...

La cosa che più mi indigna in Italia è che vi siano persone del genere che fanno i giudici.

Pensate che equilibrio e che equidistanza possono avere soggetti del genere.

Nice 'n' Nasty ha detto...

Per alcuni, oltre alla mancanza di equilibrio nel giudizio e nella vita politica, direi che manca proprio l'equilibrio mentale...

Anonimo ha detto...

ma proviamo un po' a rovesciare la cosa: se al posto di Tonino fosse stato un altro, magari di centrodestra, a scrivere sulla stampa estera cose contro l'Italia, Tonino non lo avrebbe già denunciato o fatto incriminare,magari per tradimento? -ro-

Luca Zecca ha detto...

di pietro è vergognoso e farebbe davvero bene a non mettere mai la testa fuori dall'italia. Perchè se qui in italia per un qualche motivo riesce ad avere un seguito, negli altri paesi viene valutato per ciò che è.

E non sto qui io a valutarlo perchè farei davvero fatica ad esprimere tutto ciò che sento quando a volte purtroppo mi tocca vedere o sentire quell'individuo in televisione. Per non parlare poi dei deliri di chi lo segue (basta guardare l'ultimo dialogo che ho citato nel mio blog) e difende a spada tratta le sue cause politiche.

Buona giornata.