giugno 29, 2009

Mezze verità e balle varie

Obama canta vittoria, ma è una vittoria di facciata. La Camera americana ha passato con un margine risicato, 219 a 212 (con 44 voti democratici contrari), la legge "dell'Energia pulita e della sicurezza americana" che introduce di fatto una tassa per le emissioni di gas da effetto serra. Aumenteranno di fatto tutti i costi di produzione che verranno scaricati ovviamente sul consumatore finale.
Due sole considerazioni:

-non è per nulla detto che la legge passi anche al Senato, anzi, dati i numeri, sembra piuttosto improbabile; meglio continuare ad acchiappare le mosche, che continuare a raccontare balle

-Obama enfatizza la creazione di nuovi posti di lavoro nelle cosidette imprese verdi che si occuperebbero delle nuove fonti di energia alternativa. Peccato che queste imprese siano partecipate dal quel filibustiere di Al Gore (che ringrazia), e che in realtà finchè queste fonti alternative di energia non saranno economicamente convenienti (quando e sopratutto se mai lo diventeranno), lo sviluppo di queste fonti sarà sovvenzionato dalle casse pubbliche dello Zio Sam, ampliando il già enorme deficit federale. Praticamente il popolo americano paga, e Al Gore continua ad arricchirsi alle sue spalle.

2 commenti:

Snow White ha detto...

God it just keeps getting worse! Al Gore is so dirty I want to scream and to see all this orchestration of public funds for private gain is really getting to me. It is time Americans went to Philadelphia to see what our original forefathers fought for and how miserable it was in those days to do what they did. We must not let this extreme leftist kill America! We now need desperately someone middle of the road before we self destruct.

Nice & Nasty ha detto...

Well said!