gennaio 10, 2009

Ritegno e amor proprio


Questa vive sulla luna. La sua giunta non smette di dare uno spettacolo ignobile. La città (e la regione) è travolta dagli scandali, gestita (si fa per dire) come una partita di Monopoli, e "voce suadente" Rosa Russo invece di dimettersi, nascondersi e darsi alla attività per la quale è maggiormente portata, cioè il canto, scrive lettere aperte con ragionamenti politico-masturbatori. Se avesse avuto un minimo di amor proprio le dimissioni le avrebbe dovute dare già ai tempi delle montagne di spazzatura. Senza vergogna. Ci vuole altro che il corno propiziatorio per amministrare una città!

Nessun commento: